lunedì 5 settembre 2016

Romanticherie al parco di Miramare


Dietro l'amore, il cielo…
Io mi nascondevo dietro le persiane.

E il giorno chiudeva gli occhi

come le giovani ragazze nei loro letti disfatti.
Nei miei sogni le pietre imperturbabili
ferivano le dita di chi provava a sfiorarle.
E circolavo fra la duna e il mare,
nello spazio non raggiunto dalla muffa della vita.
Bambino, io camminavo accanto alla mia eternità
e dalla sua ferita già sgocciolava l’amore.
Nella mia terra natale,
fra uomini vestiti di bianco
e cani ciechi che accompagnavano i mendicanti,

il mare mi interrogava.
E io sillabavo il giorno 
che cigolava come un mulino a vento.
Poi, finalmente, dietro l’amore, il cielo 
e tu che mi venivi incontro coi tuoi sorrisi.

Salvatore F.
Le foto furono scattate durante una mia passeggiata al parco di Miramare, in autunno.