martedì 8 novembre 2016

Gli istriani, fiumani e dalmati. Magazzino 18

Sono sicura che fu lo spettacolo teatrale 'Magazzino 18' di Simone Cristicchi, basato sui temi dell'esodo dei giuliani istriani, fiumani e dalmati, che 3 anni fa, fece commuovere ma anche riaccendere i toni di polemica e della divisione, ha fatto si che si creasse a Trieste il Civico Museo della Civiltà Istriana Fiumana e Dalmata.
Il  museo si trova in via Torino 8 e nasce dalla collaborazione tra l'I.R.C.I. e il Comune di Trieste. Il museo si sviluppa su una superficie di circa 2300 mq ed è stato realizzato con criteri e tecnologie d'avanguardia. Fonte web
"Sono esposti una selezione delle masserizie degli esuli, fotografie e documenti in gran parte inediti. Un museo interessantissimo e molto curato, che racconta una parte di storia spesso trascurata: non si limita però a commemorare o rivendicare tragedie passate, ma racconta un territorio, un popolo, una cultura".
L'ngresso al museo è gratuito la prima domenica del mese (come gli altri musei del Comune di Trieste, da me visitati). Museo ricco di testimonianze fotografiche ma anche di attrezzi agricoli, oggetti di uso comune, abiti e tutto ciò che faceva parte della comunità istriana. Entrando si ripercorrono anni di storia.
E' una mostra curatissima nei particolari. Adatto a tutti. Uno spaccato di storia, anche tragica, sulla civiltà italiana istriana. Molto educativo per scolaresche di scuola media e superiori, una storia che in Italia non molti conoscono. Da non perdere!