domenica 15 ottobre 2017

Sul Colle di San Giusto


Grazie alla Legiomania a Tergeste, una “Tre giorni”, 13-15 ottobre 2017, in cui si è compiuto un salto indietro nel tempo di 2.000 anni per riscoprire la nostra città all’epoca di Augusto, io ieri mi arrampicai sul Colle di San Giusto per raggiungere il Civico Museo di Storia e Arte. Nel giardino davanti all’edificio del museo fu allestito un accampamento romano aperto alle visite del pubblico, con approfondite illustrazioni di temi ed aspetti della vita del legionario.

Nel Museo sono esposti al pianoterra la Collezione Egizia, accanto ai materiali archeologici del periodo romano dal territorio tergestino e aquileiese: suddiviso in Sala della scultura e in Sala romana, ma anche nell’Atrio dove sono i sarcofagi figurati di produzione attica. Nelle cinque sale del piano terra della sede di via della Cattedrale si visitano le sale dedicate al mondo romano e all’Antico Egitto. Quindi colsi l'occasione per rivedere una parte considerevole della collezione romana e la totalità dei reperti di quella egizia. Mi accorsi con piacere, che seppur piccola, la collezione esposta è degna di figurare nelle bacheche degli importanti musei, che ebbi l'occasione di visitare, durante mio girovagare tra le capitali europee e Statiuniti.
 "Nel 2000, gli ambienti al piano terra del Museo sono stati rinnovati. Si tratta di cinque sale, nonché del nuovo ingresso con il bookshop dei Civici Musei di Storia ed Arte.

Il Museo espone l’intera collezione civica di egittologia, che consta di quasi un migliaio di pezzi giunti dall’Egitto nell’Ottocento e nel primo Novecento per mezzo dell’intenso traffico mercantile del porto triestino, promosso dalla borghesia locale da sempre alla ricerca di oggetti di interesse artistico e con la passione del collezionismo.
Nell’ampio e luminoso spazio della grande sala, intitolata alla professoressa Claudia Dolzani, i reperti di grandi dimensioni sono accostati a quelli piccoli, organizzati per classi e tematiche.

Accanto, due salette presentano i sarcofagi concessi in deposito dal Museo Civico di Storia Naturale di Trieste insieme a materiali greco-romani, copti e islamici, che completano il panorama sull’antica civiltà dei faraoni. Le mummie umane sono tre, tutte e tre esposte in sarcofagi in legno stuccato e dipinto". Orto Lapidario Link