giovedì 14 giugno 2018

Festa in onore di James Joyce per il "The Bloomsday"

Una festa in onore dello scrittore irlandese James Joyce, a cui nel 2013, a Trieste venne intitolata la passerella sul Canale di Ponterosso.

Anche quest’anno Trieste celebra il Bloomsday la giornata di Bloom, il protagonista dell’Ulisse di Joyce, con una serie di eventi.  
                                                                                       
Una festa in onore dello scrittore irlandese James Joyce che fra il 1904 e il 1920 fu ospite di Trieste dove progettò e iniziò la stesura del suo capolavoro, Ulisse. Una festa che in tutto il mondo studiosi e appassionati dell’opera di Joyce celebrano il 16 di giugno, detto appunto Bloomsday, ossia il giorno in cui si svolge tutta l’(anti)epopea di Leopold Bloom, il protagonista del romanzo. Come a Dublino, a New York, a Pola, ma anche a Melbourne, Shangai, Mosca, Parigi, Londra, Montreal, Sao Paulo, San Francisco, e in centinaia di altri centri piccoli e grandi nel mondo, a Trieste si reciterà, si ballerà, e si brinderà nel nome di Joyce e del suo (anti)eroe Bloom. Il programma degli eventi che si svolgono a Trieste:

GIOVEDÌ 14 GIUGNO
Ore 17 – Stazione Rogers, Riva Grumula 16
E(c)olo. Quando Joyce scriveva per “Il Piccolo” - Tavola rotonda
Tra il 1907 e il 1912, Joyce scrisse nove articoli di argomento irlandese per il “Il Piccolo della Sera”: sul Fenianismo (il movimento per la repubblica irlandese indipendente) sulla "Home Rule" (la legge di autogoverno degli stati del Regno Unito), su Oscar Wilde, in occasione della prima teatrale triestina della Salomè di Strauss, su George Bernard Shaw’s e altro. Ma com'era la redazione del “Piccolo” a quell'epoca? Assomigliava a quella del “Freeman's Journal” descritta nel capitolo Eolo di Ulisse? E quanto è cambiata da allora? Ne parliamo con Enzo D'Antona, direttore del “Piccolo”, Claudio Erné, fotografo e giornalista e Renzo S. Crivelli, collaboratore storico del “Sole 24 Ore”.

19.00 – Stadio “Grezar”, via Flavia
Writers On Writing: Joyce on the wall
Inaugurazione del nuovo “murale” dedicato a James Joyce e del Joyce BUSeum 2018. Evento a cura PAG Progetto Area Giovani del Comune di Trieste nell'ambito del progetto CHROMOPOLIS in collaborazione con l'associazione di Street Art Cadmio e con l'intervento musicale di Andrea Monterosso.
Proseguono con una nuova tappa gli interventi di riqualificazione del rione di Valmaura che hanno condotto alla realizzazione di diverse opere fra cui un grande ritratto di James Joyce. L'associazione Cadmio, insieme a Skan, street artist sardo menzionato nel concorso Artefatto SeetheSea, reinterpreta sul muro perimetrale dello stadio “Grezar” tre momenti salienti di Ulisse già oggetto di passate edizioni del Bloomsday: l'episodio delle Sirene, il monologo di Molly Bloom e il capitolo Eolo, protagonista dell'edizione 2018, in un insieme in cui la varietà di stili dei writers rispecchia le differenti tecniche di scrittura utilizzate da Joyce nel romanzo.

VENERDÌ 15 GIUGNO
10.00 Museo Sartorio - Largo Papa Giovanni XXIII 1
Un mondo di... fogli 
Conferenza di Giulio Giorello (Università di Milano).
Nel settimo capitolo di Ulisse, il moltiplicarsi delle notizie - talvolta irrilevanti - che escono dalla relazione di un giornale, finisce per sostituire a una parte reale del mondo (nella fattispecie, la città di Dublino) una struttura fatta di carta stampata; ma basta un forte soffio di vento (il dio Eolo) a scompigliare tutto quanto restituendo, almeno per un breve attimo, la vita reale... Anche se questa, dopotutto, non è forse più "reale" di quella raccontata dalle "notizie".

a seguire
Ulysses for dummies – Ulisse per principianti: Eolo. Il giornale 
Conferenza di Renzo S. Crivelli (Università di Trieste).
Nello sviluppo del romanzo joyciano il 7° episodio ha un ruolo didascalico, e ci fa riflettere sulla vita febbrile d'un giornale nella Dublino di inizio XX secolo, che viene descritto come un crocevia cittadino e di cui apprendiamo i ritmi e i metodi lavorativi, a cominciare da quelli della tipografia e della composizione.

a seguire
Bloomsday 2017 
Proiezione del video-racconto di Paolo Visnovitz
Per ricordare la passata edizione e riviverne i momenti più belli. Sarà presente il regista. Riprese: Riccardo Cepach, Salvatore Napolano, Paolo Visnoviz. Musiche: Wooden Legs, Baby Gelido. Una produzione Comune di Trieste (Museo Joyce Museum / Ufficio immagine)

17 – Piazza Ponterosso, Joyce Buseum
JJ Walking Tour. Itinerario a piedi attraverso la città di Joyce
Guidato da Renzo S. Crivelli (Università di Trieste); durata prevista h.1,30 circa.
La “bella Trieste” di Joyce, la città delle sue lezioni di inglese delle amate chiese e delle non meno
amate osterie, la Trieste dei bordelli e dei teatri, della Berlitz School e dei tanti appartamenti, illustrata da uno dei maggiori esperti joyciani. Sperando nel bel tempo, naturalmente.

18.30 – Portici della Loggia Comunale, piazza Unità d'Italia
Eolo. Il giornale
Spettacolo teatrale di Giuliano Zannier con Gianfranco Pacco, Giorgio Fonn, Sasa Carbone, Roberto Creso, Daniele Andreutti, Riccardo Fortuna, Francesco Cardella, Gerri Zannier, Roby Eramo, Maurizio Bressan e Matteo; scenografia di Giuliana Artico; regia di Giuliano Zannier. Presentato da L’Armonia-Associazione tra le compagnie teatrali triestine in collaborazione con Art & Zan e con il Gruppo teatrale Amici di San Giovanni. 

19 – Sala Veruda, Piazza Piccola 2
Unfolding Ulysses - #7 Aeolus
Inaugurazione della mostra di Annalisa Metus. La mostra rimarrà aperta ogni giorno dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20 fino al 15 luglio. Visite guidate dall'artista venerdì 22 giugno e venerdì 6 luglio alle ore 18.00; martedì 26 giugno e martedì 10 luglio alle ore 11.00. Sorveglianza in collaborazione con gli studenti del Liceo Galilei di Trieste.