lunedì 31 agosto 2015

Fine agosto a Trieste

Fine settimana all'insegna del bel tempo, quindi tutti al mare o sul nostro amato Carso a fare delle passeggiate o semplicemente per stare all'aperto.
Dopo la mattinata passata al mare, il pomeriggio del sabato volevo dedicarlo alla cultura. Purtroppo ho avuto un contrattempo che mi ha impedito di assistere alla premiazione del Concorso "Trieste... invito alla poesia", curato da Gabriella Valera e Ottavio Gruber, con la lettura dei poeti premiati e di chi voleva proporre una loro poesia. 

Sabato sera un "salto" al Salotto Vienna per assistere alla performance di Omero Antonutti e Stefano Bembi, nell'ambito del Theater Caffè. Uno spettacolo che non potevo assolutamente perdermi!
 Gruppo Radici Colombiane alla Festa delle Culture
 La vocalist Giulietta Khankishyyeva
Beatrice Iamandii e Gabriella Valera
Domenica di "relax" nel bel giardino di Villa Engelman, via di Chiadino 5 (vicino a via Rossetti) per assistere alla "Festa delle culture". Appuntamento di fine estate organizzato da “Poesia e Solidarietà” la Festa delle culture a Trieste.  "L’anima della Trieste multiculturale si offre con danze e musiche popolari, poesie in varie lingue (albanese, iraniano, rumeno, spagnolo, tedesco, triestino, con traduzione in esperanto, per citarne alcune). Inoltre racconti di esperienze e amicizie. Le comunità, Gabriella Valera, presidente di Poesia e Solidarietà, Annamaria Rossi Giove e Leonora Bucinca, collaboratrici nell’organizzazione, donano con entusiasmo i propri talenti".
Presenti il Gruppo Folkloristico Rodnik con la solista Giulietta Khankishyyeva, il Gruppo Radici Colombiane, l’Associazione Esperantista Triestina, l’Associazione Culturale Friedrich Schiller, la giovanissima chitarrista rumena Beatrice Iamandii e tanti altri.

Pomeriggio in Diga e per finire in bellezza cena al ristorante Le Botti, in Via Torino 15, passeggiata serale sulle Rive e una sosta per il gelato della Gelateria "Il Pinguino".