martedì 3 febbraio 2015

Alla volta di Tangeri con la Costa Fascinosa

Lasciato il porto di Marsiglia - in cui abbiamo incontrato la Costa Diadema - prima di raggiungere il secondo porto, Tangeri, avevamo davanti a noi due notti e una giornata intera di navigazione!
La prima serata era tutto un andar e vieni alla scoperta della nave, tra lo spettacolo in teatro, i giochi inventati dai bravissimi animatori, la cena... eccovi il dessert da me scelto quella sera, che mi sono ricordata d'immortalare... dopo averlo iniziato. 
Il dopo cena poi... quante risate mi sono fatta con le trovate degli animatori! Vi garantisco che in crociera non c'è verso di annoiarsi.
Il giorno seguente l'abbiamo passato a mangiare, gironzolare per la nave, riposarsi e idromassaggiarsi al riparo del vento, mangiare, riposarci, oppure seguire i vari giochi, i corsi da ballo, poi ancora mangiare... per fortuna c'era la palestra!
Partiti il 17 gennaio da Savona, alle ore nove del 20 gennaio eravamo a Tangeri, in Marocco. Il cielo era coperto e non faceva caldo. Quindi siamo scesi dalla Fascinosa col giaccone, ombrello e scarpe da pioggia.
Questo era il programma promesso per l'escursione a Tangeri e Capo Spartel, troverete tutto nel video.


...Partendo dal molo di attracco, intraprenderemo un tragitto panoramico della città, attraversando la Place de France verso la nuova strada di montagna e Capo Spartel, il punto dove il mar Mediterraneo incontra l’oceano Atlantico. 
A pochi chilometri da lì si trovano le grotte di Ercole (erano inagibili e non l'abbiamo viste). Dopo una sosta in un hotel del posto per un rinfresco (del tè) proseguiremo per la Casbah, dove visiteremo il museo (inagibile, quindi non l'abbiamo visto) e potremo vedere una presentazione di arte marocchina unica nel suo genere, con prodotti artigianali locali, tipici di ciascuna regione, quali i caratteristici cestini intrecciati, le terrecotte, le armi, ecc. (la solita bottega con prodotti tipici).
Prima del rientro alla nave, la guida ci porterà a fare una passeggiata nelle vie strette e affollate della Vecchia Medina, dove avremo tempo per fare un po’ di shopping. (la guida ci ha lasciati trequarti d'ora da soli, davanti ad una farmacia in cui, lui e metà dei partecipanti sono entrati per assistere ai prodigi del costosissimo olio d'Argan).

Nessun commento:

Posta un commento