venerdì 30 maggio 2014

I giovani e l'alcol

Intorno alle otto del mattino, sulle rive triestine c'è sempre un viavai di signore/i "a spasso coi cani" e nonne/i con i nipotini in carrozzina, senza contare i pescatori... e i resti delle libagioni della sera precedenti, come i cocci e i vuoti di bottiglie.
Ora vi spiego il perché:



all'imbrunire le Rive e il Molo Audace si riempiono di ragazze e ragazzi che chiacchierano e bevono birra, qualcuno suona la chitarra, ma perlopiu bevono birra, vino e super alcolici. Quanto bevono...!
Quante volte li vedo arrivare con delle borse di plastica piene di bottiglie, che vengono ritrovate il mattino dopo vuote, insieme alle borse di plastica! Se siamo fortunati, le troviamo vuote ma intere, se no non ci resta che fare lo slalom tra i cocci delle bottiglie rotte: possibile che non pensino di riporle nei appositi contenitori!
L'unico neo di questi ultimi anni è stato l'incremento del consumo degli alcolici tra i giovanissimi. 
A questo punto mi viene da pensare che le campagne di prevenzione, di questi ultimi anni, non siano state sufficienti per controllare l'abuso degli alcolici.
I giovanissimi dovrebbero essere messi a corrente dei danni che l'alcol produce nel loro organismo. Possibile che ci siano dei genitori che lasciano dei ragazzini in balia di loro stessi... sorvegliateli, organizzate delle feste per loro in luoghi in cui li potete vedere. So che è molto più semplice dire di sì alle loro richieste... un no comporterebbe molte rotture dei cosiddetti, lo so, ma i figli vanno educati... sono lo specchio in cui, nel bene e nel male, in futuro ci rispecchieremo.
Foto0132.jpg

Durante l'estate la mia città offre tante occasione d'incontri, festival, spettacoli per i giovani e mi dispiace moltissimo vedere poi così tanti giovanissimi girare con delle lattine di birra e tracannarsele come fosse dell'acqua. I giovani e l'alcol... bever (bere) fa figo! 

I Topolini di Trieste la Barcola Beach