lunedì 29 febbraio 2016

Amiche in cimitero... ma la mia borsetta?

Ragazze guardate cosa raccontano in giro di noi!

DUE AMICHE AL CIMITERO
Due amiche dopo aver convinto i mariti, riescono ad uscire a cena da sole per svagarsi un po', fra una chiacchera e l'altra e dopo la bottiglia di buon vino, lo champagne, il limoncello e qualche amaro, si fa molto tardi e decidono di tornare a casa.
Completamente ubriache escono dal ristorante e mentre camminano nella notte sentono l'impellente bisogno di andare al bagno, una dice:
- Entriamo in quel cimitero, li' non ci vedrà nessuno.
Cosi' la prima si sfila le mutandine, si libera e usa gli slip per pulirsi, poi li butta; l'altra che porta biancheria intima firmata alla quale tiene molto, se le sfila e le mette in tasca, poi per pulirsi stacca un nastro da una corona di fiori.
La mattina dopo il marito della prima telefona all'altro dicendo:
- Sono un uomo distrutto, mia moglie è tornata alle 5 di mattina, ubriaca fradicia e senza mutande...
L'altro risponde:
- Non dirlo a me, la mia è tornata ubriaca, senza mutande e con una coccarda rossa infilata sul didietro con su scritto: "Non ti dimenticheremo mai, Pino, Lucio, Antonio, Gino e tutti gli amici della palestra"...!
Pffiu le solite sporche fantasie maschili!

Ora basta con le storielle ambientate in cimitero! Lunedì 29 febbraio. Abbiamo superato indenni le abbuffate di Natale e anche il carnevale, ora a lunghi passi ci avviciniamo alla Pasqua! Quindi siamo forti abbastanza per affrontarle di petto finché sono lontane, perché poi la situazione sarà molto meno gestibile. Allora facciamo adesso ciò che va fatto, ovvio con parsimonia, sennò chi li sente. Mah, mi viene uno crampo allo stomaco solo al pensarci... ma quando ci vuole ci vuole!


Ora scendo e vado a prendermi quella borsa tanto desiderata prima che terminino le svendite.