venerdì 3 giugno 2011

Costarica: predoni di uova di tartarughe marine



Forse anche voi avete ricevuto un messaggio di posta elettronica in cui venivano mostrate le immagini di uova di tartaruga raccolte in Costa Rica, in cui veniva criticato pesantemente il governo del paese. 
Trovarete le foto nello slideshow, assieme alle forti scritte provocatorie in cui le persone venivano descrite come predoni in procinto di fare commercio di uova di tartarughe marine.
Come al solito, la verità non è sempre come sembra. I popoli indigeni in molti paesi hanno da sempre raccolto delle uova di tartaruga, per loro è un modo economico di procurarsi da vivere, oltre che un elemento parte della loro cultura. Queste foto rappresentano il raccolto legale ammesso dall’Ostional Wildlife Refuge in Costa Rica. Anche se la gente del posto raccoglie circa 3 milioni di uova l'anno, circa 27 milioni sono lasciati al loro posto a covare. Gli abitanti del posto sono autorizzati a raccoglierle solo durante le prime 36 ore di un arrivo di uova per nidificazione, e la maggior parte di questi nidi sarebbe stato distrutto comunque da successivi scavi di nidi operati da altre femmine sulla stessa spiaggia.
Quindi  la notizia (lo sfruttamento delle uova di tartarughe marine) è vera, anche le immagini sono autentiche. Ciò che è falso e fuorviante è la veste con la quale la notizia è stata inoltrata.  Non si può dire che sia l'ennesima bufala, (io di solito prima del richiesto inoltro faccio una ricerca), ma una mezza verità. 

Batterio E.Coli: nuovo ceppo è più letale della storia clicca

Nessun commento:

Posta un commento