martedì 18 giugno 2013

James Joyce, il miscredente che amava i luoghi di culto

video

Seguendo le tracce di 
James Joyce, eccovi un itinerario a piedi attraverso i luoghi caratteristici che lo scrittore apprezzava. Quest'anno al folto pubblico presente al Bloomsday, fu offerta una visita guidata ai principali luoghi di culto di Trieste. 


"James Joyce, noto per essere un "miscredente" (così veniva definito dal suo amico Italo Svevo) era paradossalmente un appassionato frequentatore delle più diverse funzioni religiose di cui comparava pregi e difetti."
Quindi durante il "Bloomsday" non poteva mancare l'interessante passeggiata, iniziata alle ore 20, del 16 giugno, con la visita alla chiesa ortodossa di San Nicolò, la Chiesa serbo ortodossa di San Spiridione, la chiesa cattolica di Sant'Antonio Taumaturgo, terminando con la visita alla sinagoga

Concerto di musica irlandese per il Bloomsday